le regole del giuoco del calcio e della palla rotonda

IERI HO RICEVUTO QUESTA E-MAIL DAL MIO AMICO ANDREA,
GLI HO CHIESTO SE POTEVO PUBBLICARLA, PERCHè
TROPPO DIVERTENTE
CON QUESTA VI AUGURO UN BUON E SERENO WEEK END
ROSAROSSA
 
 
Ecco alcune definizioni tecniche che possono tornare utili per non sfigurare con gli amici:
albero di natale: modulo di gioco in vigore dall’otto dicembre al sei gennaio. poi rompe le palle.
attaccante: sostanza atta ad aderire (sin. di "colla").
autorete: goal realizzato con un pallone telecomandato.
bandierina: trofeo per tifosi bambini.
barriera: fila di persone che impedisce al pallone di passare durante l’esecuzione del calcio di punizione. si può aggirare (come il posto di blocco), scavalcare (come il cancello dello stadio), distrarre con boccacce e/o gesti simili (da cui il concetto di ‘distrazione muscolare’) o far saltare (come nelle partite dei militari). non è corretto sostituire ‘barriera’ con ‘casello’, come fanno quelli di ondaverde.
calci di punizione: colui che compie un’azione irregolare, per punizione verrà immediatamente preso a calci
calciodangolo: ottavo nano incaricato di battere il corner.
centromediano metodista: si contrappone al centro mediano cattolico, con il quale dà vita a dispute sull’ortodossia della fede cristiana applicata al gioco del calcio.
colpo sotto: rapina a mano armata volta a violare un caveau
dischetto del rigore: floppy disc contentente le norme della finanziaria utile per rientrare nei parametri di maastricht. viene posto a 11 metri dalla porta e i giocatori ci posano sopra il pallone per calciarlo via, come gesto di estrema ribellione.
distinti: porzione dello stadio in cui solitamente prendono posto i tifosi più eleganti
fallo di mano: passatempo squisitamente maschile eseguito da alcuni calciatori durante un ritiro
fallo laterale!: invito imperativo dell’amante alla posizione del cucchiaio.
gioco falloso: si dice di variante del calcio, giocato con i peni al posto dei piedi.
giuoco maschio: si svolge sempre nei pressi di un castello. preferibilmente angioino
intervento da tergo: quello effettuato dal medico sportivo, ad esempio, per la rimozione di calcoli renali.
intervento deciso: operazione chirurgica programmata durante la sosta natalizia
minuti di recupero: giocatori di bassa statura che vengono utilizzati dall’allenatore negli ultimi minuti della partita.
modulo di gioco: domanda in carta bollata da presentare in federazione per poter organizzare la partita (var. ‘cambiare modulo’ significa ricorrere in appello contro il tipo di partita che si sta giocando).
parata in due tempi: sfilata allegorica del portiere che prevede un intervallo per riprendersi dallo stupore
partita di ritorno: merce rispedita al mittente
passaggio al portiere: riaccompagnare a casa il giocatore che difende la porta
portieri: giocatori situati alle estremità del campo incaricati di trasportare i bagagli degli ospiti.
prendere una traversa: prendere la direzione ortogonale rispetto a quella che conduce alla porta avversaria
punizione di prima: l’arbitro si ricorda ORA un fallo che non aveva fischiato PRIMA.
punto perso: nel lavoro a maglia quando ti accorgi che hai lasciato un buco
rimessa: deposito per gli autoveicoli particolarmente costosi di proprietà dei calciatori.
rimettere al centro: un giocatore, dopo che si è bevuto tutta la difesa e si è mangiato almeno tre goal impossibili, vomita il tutto al centro dell’area di rigore.
ritiro estivo: attitudine di alcuni calciatori a dimagrire vistosamente tra un campionato e l’altro
stadio franchi: dove giuocano i migliori tiratori
tema offensivo: componimento scritto, pieno di parolacce
tempo supplementare: branca della fisica che nasce dalla teoria della relatività, per la quale il tempo spazio e tempo non sono assoluti ma relativi all’arbitro.
tiro di collo pieno: pallone calciato da un individuo particolarmente tarchiato
tiro liftato : chi lo tira, solitamente è senza rughe e il portiere deve prendere l’ascensore per pararlo
tiro telefonato: se da fuori area, bisogna comporre il prefisso.
tocco morbido: trattenere l’avversario per la maglietta appena lavata con ammorbidente
uno-due: numeri reali, interi, positivi.
uscita del portiere: il portiere, offeso dagli insulti dei tifosi, lascia il campo.
vertice dell’area: riunione dei più importanti giocatori delle due squadre
cambiare fascia: in caso di infortunio, sostituire il bendaggio del giocatore sanguinante
mezz’ala: spuntino proteico da consumarsi durante l’intervallo
tenere la difesa alta: eliminare i giocatori difensivi al di sotto dell’1 e 80
alzare il bari centro: ricerca di nuovi talenti nel capoluogo pugliese
spazzare l’area: raccogliere le suppellettili che i tifosi buttano in campo durante la partita
Saluti da…
Andrea
Annunci

2 Risposte to “le regole del giuoco del calcio e della palla rotonda”

  1. AHAHHAH TROPPO FORTE STA COSA !!
    BENE ORA DEVO FARE LA FORMAZIONE X LA PARTITA DELL’U 14 !! PORCA MISERIA ANCHE OGGI DEVO FARMI 100 KM ..SPERANDO DI NN PRENDERE TROPPI "PERI "
    VA CHE CI CONTO X I 2 TIRI !
    QUANDO HAI UN MINUTO PASSA A PRENDERTI IL REGALINO CHE HO PREPARATO XCHI COME TE MI HA DATO LA FORZA X ANDARE AVANTI !! ——-> UN KISSONE <——– E L’AUGURIO DI UN WEEK .END DA SBALLO !!
    CIAO
                 …::NIKI::..

  2. Letta tutto d’un fiato…..fortissima!!
    hai fatto bene a metterla….
    ero passata per un saluto….ogni tanto mi faccio viva….
    kiss Lory

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: